Alimentazione: i prodotti migliori da comprare

Quando andiamo al supermercato o al negozio sotto casa a fare la spesa, ci troviamo di fronte a migliaia di prodotti e, per fare le nostre scelte di acquisto, siamo influenzati da molti aspetti; i più comuni sono il prezzo, la pubblicità, i nostri gusti personali, gli effetti sulla nostra salute.

Altri aspetti, sono gli effetti dei nostri acquisti sull’ambiente, sull’economia locale, sul paesaggio, risultano meno immediati ma altrettanto importanti.

Ci permettono per esempio di comprendere che acquistare cibo locale aiuta l’agricoltura e l’economia del nostro territorio; oppure, che comprare solo quel che serve e scegliere prodotti sfusi, o con packaging essenziali e riciclabili, riduce sprechi e rifiuti.

Il nostro portafoglio, infatti, è uno strumento potente: scegliere un prodotto significa supportare un’idea, il lavoro di molti produttori, un’intera comunità.

A volte è difficile riuscire ad avere le informazioni necessarie per fare scelte consapevoli.

È nostro dovere di cittadini responsabili voler conoscere la provenienza e la qualità di ciò che acquistiamo, ed è un nostro diritto pretendere di essere informati in maniera appropriata.

La qualità ed il gusto sono caratteristiche ben distinte l’una dall’altra e senza legami diretti o inversi.

Il gusto è la valutazione soggettiva di chi mangia il prodotto, la qualità è un insieme di caratteristiche che evidenziano i requisiti qualitativi di tale prodotto.

Un prodotto di alta qualità può avere un gusto “peggiore” (meno appetitoso) di uno di bassa qualità (e viceversa).

Spesso valutiamo i prodotti tenendo conto del gusto e diciamo che il tal prodotto è migliore di un altro solo avvalendoci delle nostre capacità sensoriali. Qualitativamente, questa è una affermazione errata.

La qualità è rappresentata da vari elementi, quasi tutti oggettivi:

  • Sensi (qualità “organolettica”): gusto, sapore, profumo, vista;
  • Servizio (qualità “industriale – commerciale”): preparazione, confezione, conservazione, ecc.;
  • Sicurezza (qualità “igienico-sanitaria”): igiene alimentare, assenza di sostanze nocive;
  • Salute (qualità come “salubrità”): caratteristiche dietetiche e nutrizionali;
  • Storia (qualità “tipica”): zona di produzione, prodotto agricolo, composizione, metodi di produzione, ecc.; si tratta di elementi riconducibili all’origine del prodotto, che è possibile valorizzare, in termini di valore aggiunto, attraverso una chiara ed adeguata etichettatura obbligatoria degli alimenti (freschi e trasformati).

A tali elementi negli ultimi anni, la società ha aggiunto ulteriori richieste inerenti la qualità dell’agricoltura sotto i l profilo:

  • alimentare, chiedendo sempre più di produrre alimenti con caratteristiche positive;
  • sociale, applicando le nuove concezioni di multifunzionalità;
  • ambientale, prevedendo l’uso razionale e la valorizzazione delle risorse naturali.

Inoltre con l’introduzione dei prodotti DOP e IGP e delle produzioni da agricoltura biologica si sono creati dei “marchi di qualità” regolamentati, a cui il produttore accede per scelta volontaria, ma per i quali i criteri normativi di riferimento ed i procedimenti di valutazione della conformità/certificazione sono definiti da regole cogenti. Tali certificazioni regolamentate vengono rilasciate da Organismi appositamente autorizzati dall’Autorità competente.

Nella valutazione degli acquisti dobbiamo evitare di farci influenzare dai prodotti “a marchio” che, ad un occhio inesperto, potrebbero risultare di qualità superiore solo per il fatto di essere “famosi”.

Allo stesso tempo diffidiamo dei prodotti a basso prezzo. La qualità ha un costo ed un prodotto a basso prezzo (ciò che ha un prezzo con forte divario da altri prodotti analoghi) ha quasi sempre una qualità medio-scarsa dettata dalle sue caratteristiche alimentari o ambientali.

Questo vale a maggior ragione per ciò che mangiamo, considerati i riflessi che una buona o una cattiva alimentazione hanno sulla nostra salute e su quella dell’ambiente.

 

 

Continua a leggere sul libro  L’ELISIR DI NUOVA VITA

 

 

 

 

(Visited 93 times, 1 visits today)

Leave a comment

Your email address will not be published.


*